giovedì 6 settembre 2012

sono una over quarantenne


Esattamente tre anni fa festeggiavo i miei primi quarantanni. Che festa, con il battesimo della nostra Molletta sempre in braccio e Calzino, pure in braccio, per par condicio. I quaranta sono una tappa emozionante, della rinascita e della consapevolezza che sei una donna con la D maiuscola. L'ho sempre pensata così. E invece, quando è arrivato il momento fatidico, ho varcato la soglia di questa età con tanta paura. Si, lo dico. Ho avuto PAURA. Paura di crollare, paura di non farcela da sola.
Ero stanca, ma tanto. Mi ci è voluto un po' di tempo per capire che era stanchezza fisica. Lo stress dei due post parto accumulati in pochissimo tempo mi aveva logorato. Mi rivolgevo al resto del mondo con una sola domanda: Potresti fermarti un minuto da me? Ho bisogno di una doccia. Non sempre ero accontentata, perchè il resto del mondo ha sempre tanto da fare. Il resto del mondo  non sempre ha tempo.
Avevo bisogno di dormire. 
Vorrei dire che tutto passa, perchè  questa è la verità. Nel tempo conquisti notti serene e la possibilità di farti una doccia, ma non voglio rivolgermi come fanno tante altre donne che ti liquidano con un misero tutto passa, tutte abbiamo cresciuto i figli come te. Se chi mi sta leggendo avverte le mie stesse sensazioni io dico: fatevi aiutare, pretendetelo l'aiuto! Anche per cinque minuti, ma chiedetelo, non aspettate che gli altri vi tendano la mano, perchè ora, in questo istante, avete bisogno di tirare il fiato.
Oggi ne compio quarantatre. Poco fa ero alla ricerca di un'istantanea che ricordasse il mio compleanno più importante. Ne ho trovata solo una. Sono stanca, però sorrido.

6 commenti:

  1. tanti auguri e sai? hai davvero ragione! bisogna chiederlo aiuto. io ancora devo imparare a farlo ma spesso mi logoro da sola.
    festeggia alla grande che sei giovane e bellissima!

    RispondiElimina
  2. Aline,sei tanto cara, ti ringrazio davvero..anche io mi logoro, penso sempre che debbano essere gli altri farsi avanti quando ti vedono un pochetto in difficoltà, ma non è sempre cosi,ahimè!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. macché tesò se chiedi forse e ribadisco forse qualcuno ti darà una mano! Però é vero che poi passa e come sono belli i nostri figli vero? un bacione e tanti auguri ancora :-D

      Elimina
  3. ciao, sono capitata qui per caso e sono contenta di aver trovato il tuo blog. Sono completamente d'accordo con te, come dici tu "il resto del mondo" spesso non si rende conto di quanto una madre possa essere logorata dalla stanchezza. Nessuna mamma dovrebbe essere lasciata sola ad affrontare la grande fatica che molto spesso la maternità comporta.
    Anche se un po' in ritardo, auguri!

    RispondiElimina
  4. Marina, grazie mille, che piacere!! Si, il resto del mondo tante vote ferisce, ma mannaggia della pupazza, il problema è che la concezione del tempo assume un valore diverso quando si è nel pieno della maternità..il bello del blog è che abbiamo la possibilità di sostenerci se il resto del mondo non sa ascoltare!

    RispondiElimina
  5. Ciao sono arrivata qui attraverso il club dei Nicchioni.
    Mi piace il tuo blog, ed inizierò a seguirlo.
    Tra poco anche io diventerò una neo quarantenne, mamma di due nanerottoli.
    Leggo le tue parole, e mi ritrovo nella stanchezza, nella voglia di dormire, nella voglia che "il resto del mondo" si accorga per un attimo anche dei miei bisogni.
    Ma per ora non è così. Per ora cerco di sopravvivere ai 40, in attesa di arrivare più riposata ai 43!

    RispondiElimina