venerdì 16 agosto 2013

L'amore mi perseguita

Aggiornamento. Sono calata di qualche grammo. Niente cyclette. Ho superato la prova costume perché mai come quest'anno me ne sono infischiata di pancia e rotolini. E siccome le scadenze mi fanno venire l'ansia (vedi post), ho evitato come la peste liste scritte che tanto so di non poter rispettare. Per ora.
In compenso in questa estate ventilata mi sono fatta un regalo. Ho letto un libro intero, yuppi yeah!
Eccolo!




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           Avvertenze per l'uso: immergetevi nel mondo di Monica-la protagonista con tutta la leggerezza possibile, accettando di buon grado il mondo surreale che la circonda. Monica, per certi versi, potrebbe somigliare alla versione italiana di Bridget Jones. Anche lei ad un certo punto, rincorrendo l'ennesimo principe azzurro [rigorosamente sbagliato], si lancia in una nuova professione, la giornalista.Non una qualunque, ma una reporter d'eccezione che riesce a intervistare Paris Hilton, e non mi chiedete come ci arriva perché l'autrice lo racconta con una naturalezza che ha dell'incredibile! Ed è proprio questo il punto di forza della scrittura di Federica Bosco. La semplicità. Frasi brevi e tantissimi dialoghi  infarciti di riferimenti al nostro mondo, dal cinema alla televisione. 
Resistete fino all'ultimo romanzo, L'amore mi perseguita, che mette fine alle tribolazioni della trentenne sbandata e in completa balia degli uomini. Io le ho voluto bene nonostante la serie di sbagli e goffaggini che ti fanno pensare: "ma allora te le cerchi eh?".Tanto che potrebbe risultare anche antipatica. Ma in fondo, quante di noi si sono trovate imbrigliate in situazioni assurde quando si è alla spasmodica ricerca dell'uomo a tutti i costi? Alzo la mano, anch'io da trentenne ero una credulona e  di stronzi ne ho trovati a volontà. Ero sempre pronta a giustificare le fughe! 
Si può umanamente dubitare delle parole della persona che ami? O mentre ti confessa il suo amore devi comunque pensare che quelle parole hanno una data di scadenza?
 " Ti amo. Da consumarsi preferibilmente entro il 2010. Allora l'amore è una truffa? Una trovata pubblicitaria? Un modo per tenerci occupati mentre la vita passa?"...

Nessun commento:

Posta un commento