venerdì 13 dicembre 2013

Chi sono le mamme blogger? Elenco dei miei difetti



Seguo da qualche anno il mommy blogging e a volte mi presento anche, come blogger e mamma. Ma un blog personale vero e proprio ancora non l'avevo aperto (a parte una piccola parentesi).
Intendo uno spazio dove buttar giù riflessioni. 
Ora, ad esempio, tento di capire a che punto sono le mie competenze nel web.



Il mio lavoro nasce come redattrice di televisione. Due emittenti, per l'esattezza.
Sono diventata una giornalista-pubblicista e ne vado orgogliosa. E' un mestiere che mi ha insegnato il linguaggio televisivo e che mi ha permesso di entrare nel mondo della comunicazione.
Un mondo completamente diverso da quello che mi aspettavo, dopo la traduzione di migliaia e migliaia di versi in latino (ricordo dell'università).
Dieci anni dopo, è arrivata la maternità.
Due figli, la fine del lavoro, la voglia di reinventarmi. Ho creato un portale tutto mio che evidenzia i servizi a misura di famiglia e bambino nella mia città del sud.
Una faticaccia che ho bisogno di raccontare, e lo farò presto.
Ho scelto il web.
Quindi, ricapitolando, sono:
Giornalista-pubblicista, fino a quando continuerò a versare, all'Ordine, cento euro all'anno per il tesserino.
Blogger perchè gestisco il portale e mi barcameno nei social.
Freelance perchè ho collaborato con altri portali.
Mamma blogger perché a volte racconto le mie acrobazie di mamma.
Basta tutto questo per definirsi freelence e mamma blogger?
No.
Elenco dei miei difetti:
Non sono una geek mom. Me la cavicchio, ecco.
Uso twitter alla cacchiodicane. Tradotto: quando mi sento in colpa spammo nel mio profilo una foto da Instragam, o un link.
Amen.
Chi conosce Twitter sa bene che quei 140 caratteri servono per lanciare un pensiero, un cavolo di pensiero che proprio a me non riesce. Lo trovo freddo, Twitter.
Sto studiando comunque per renderlo simpatico ai miei occhi.
Sono una feisbucchiana. Strazio facebook un pò per pubblicizzare il mio progetto, un pò perchè mi piace scrivere lì, lo trovo più rassicurante.
A mia discolpa posso dire che, dopo aver letto e navigato per anni attorno al mondo delle mamme blogger, potrei organizzare una tavola rotonda e confrontarmi per ore.
Intanto, questa la devo dire. E' accaduto tempo fa, ed è la risposta ad una  mail in cui chiedevo un libro da recensire.
Nella mail mi presento come giornalista e blogger, racconto del lavoro per il mio portale e l'idea di  proporre questa collana di libri alle mamme della città che seguono il mio gruppo.
La risposta:
Grazie del contatto.
Ma tutte le mamme blogger ci scrivono.
E tutte vogliono libri gratis.
Spero che capirà.
Studiare. Devo studiare.
Chi sono le mamme blogger?

2 commenti:

  1. Letizia, non ti meritavano quelli che ti hanno risposto così. Ma chi l'ha inventata questa cosa della "mamma blogger"? Mamma blogger mi fa pensare solo da una mamma che trascura i figli per scrivere sul blog. Tu sei una Blogger-mamma, e quindi una mamma che trascura (nel senso che non scrivi tutti i giorni) il blog per occuparsi dei figli: non ti sembra meglio così? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. graziana, ma sai che ogni tanto ci penso? premesso: hanno ragione perchè ci vorrebbe una tiratura a parte, e su questo sono d'accordo. però un pochetto ci sono rimasta male e mi fa ripensare al termine mamma-blogger. io mi sono presentata come autrice di un portale kids, comunque.

      Elimina