sabato 28 dicembre 2013

Odiatemi voi donne ingorgate nel vortice delle feste, io sono fresca come una rosa!

Me le sto godendo alla grande queste feste. Si, fino ad ora sono stata orrendamente fortunata.
Abbiamo trascorso le feste di Natale con lentezza e leggerezza, senza fare grandi programmi. 
Sono fortunata perché anche i figli, a parte mammaaaaa di qua e mammaaaaaa di là, hanno deciso di tenersi occupati disegnando per ore quadri d'autore. Anche il marito ha deciso di stare tranquillo, e a parte un'uscita estemporanea alla vigilia di Natale, si autogestisce senza chiedermi niente.

L'amica del cuore ieri mi ha chiamata per chiedere come vanno le cose. Le ho risposto in automatico che va tutto bene, a parte la mia solita faccia da signora Montalcini  appena alzata la mattina. 
Poi, mi sono guardata alla specchio. E non è vero. Mi sono trovata bella. 
E ora mi chiedo. Cosa ho fatto per meritarmi tutto questo? Forse il segreto è non chiederselo. E attendere l'anno nuovo, senza fare bilanci. Che a me, i bilanci, mettono ansia. E' colpa del segno, lo so. E' quella donna pesante della Vergine che mi rovina, con la sua maledetta voglia di perfezione unita alla mania di controllo. Una donna sfiancante per chiunque, che mette becco pure nel bagno per controllare se il tappo del dentifricio è al suo posto e se il bagnoschiuma è chiuso altrimenti evapora tutto. 
Ho imparato a conviverci nel tempo, grazie a al signor Scorpione. Quando prende il sopravvento risolve tutto lui, con la sua ventata di freschezza. E scopro che non me ne frega niente della casa da pulire, delle mail in sospeso o dell'ufficio in casa da sistemare. 
Ho letto che Saturno sta per abbandonarmi. E allora ho capito che stavolta devo crederci, allo zodiaco. 

Nessun commento:

Posta un commento