sabato 8 febbraio 2014

Elogio della polpetta rigorosamente fritta




Che si mangia domani? Da qui nasce il post. Perché la domenica di solito, in questa casa, è il giorno delle polpette rigorosamente fritte, anche se scegliamo di cucinarle con una buona base di salsa di pomodoro. In questo caso, vanno sempre e comunque fritte!
E' uno di quei piccoli dettagli che ti marchia come meridionale. Puoi anche aver fatto un corso online di milanese, ma se dici che hai fritto le polpette, sarà tutto inutile. 
Noi del sud la polpetta la mangiamo così.A meno che non andiamo di fretta o abbiamo una cucina open space come la mia e le tende ti chiedono in ginocchio di non farlo. Io infatti le ho tolte. 
Ingredienti


500 g di macinato misto ( vitello e maiale)
100 g di parmigiano (io oltre non vado, anzi ne metto 50 di grammi così è sicuro che non si sente. Potrei anche dirvi pecorino che è nella ricetta originale, ma svengo)
1 uovo
prezzemolo (tritato finissimo)
100 g di pane raffermo ammollato nel latte
1 spicchio di aglio ( tritato finissimo. io evito o ne metto giusto due sfoglie di un nanomillimetro)
pangrattato
vino rosso o bianco
sale, pepe
cipolla
olio, salsa di pomodoro, basilico e una foglia di alloro

Procedimento
In un recipiente versate la carne, fate un buco al centro e versateci gli altri ingredienti. Ovviamente il pane ammollato dovrà essere strizzato per bene.
Ora, non chiedetemi perché dovete allargare al centro.Io l'ho visto fare così dalle nonne e questo mi basta.
Un consiglio sulla carne. Fatela ripassare nel tritacarne almeno un paio di volte dal macellaio.
Amalgamate il tutto con le mani, oppure con la forchetta come faccio io, fino a quando l'impasto non risulterà morbido. Non colloso, mi raccomando. Aiutatevi a raggiungere la consistenza giusta con l'aiuto del pangrattato.
Dopodiché le mani le dovrete usare per forza per formare le pallottole, non troppo grandi, né troppo piccole. Se grandi dovrete stare attenti alla cottura, rischiano di non essere ben cotte al'interno. Se troppo piccole, che ve lo dico a fare, regolatevi di conseguenza. Friggerete fino alla terza età, vi avverto, ma saranno un'ottima base per una pasta al forno made in puglia!
Ora, c'è chi si inumidisce le mani con l'acqua fra una polpetta e l'altra, chi nel vino rosso o bianco, come le mie nonne
Friggete in olio d'oliva, ma fate in modo di calarle nell'olio bollente. Non le dovete rosolare!
Scolatele su carta assorbente.
Nel frattempo preparate una salsa di pomodoro con un filo d'olio, la cipolla. Arricchitela col basilico e volendo una foglia di alloro. Quando arriverà a fare blobloblo, che vuol dire sto sobbollendo, calate le polpette e continuate la cottura a fuoco minimo per una mezzoretta al massimo.
Il primo e il secondo sono assicurati.
Nota a margine per i turisti. Se fate una calata giù da noi nel Salento, sappiate che troverete le polpette anche fra gli antipasti, accompagnate  magari con patatine fritte.  
Oh, tanto per la cronaca, le polpette di colore scuro, ma molto scuro, sono di carne di cavallo.Tanto per avvertirvi.
Ciao!





5 commenti:

  1. Che bello questo post! Sono capitata nel tuo blog per caso, gironzolando qua e là e ho spulciato un pò dei tuoi post, mi piace molto come (e cosa) scrivi :)
    La nota per i turisti è bellissima :) Mi salvo questa ricetta tra i preferiti, io ho sempre mangiato le polpette col sugo (si, sono settentrionale!!!) e fritte faccio solo le polpette con la ricotta...
    Buona giornata!

    Francesca

    RispondiElimina
  2. Grazie Francesca! Se dovessi capitare da queste parti ti do volentieri qualche altra indicazione. Diciamo che le polpette fritte sono il top, l'importante è non avere una cucina come la mia :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Lizzi!!! Che bel blog!!! Hai ragione, le polpette migliori sono quelle fritte... A casa mia mettiamo pane e carne in egual misura, ma sono buone lo stesso... Vedo che sei di Brindisi, io sono di Mesagne e il mio ragazzo è di Brindisi... ;)

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma il tuo è proprio bello maira, e che bello, una blogger vicina di casa :) io questo lo aggiorno poco perchè tento di dedicarmi a brindisi bimbi. restiamo in contatto!!!

      Elimina
  4. Uuhauhau mi hai fatto ridere per quella storia delle tende!! Comunque io che vengo da Firenze, le polpette le faccio ogni tanto, solo che non amo molto friggerle e preferisco una cottura al forno o direttamente in padella come hai detto tu con del pomodoro! Buone però!! Buona giornata!! :)

    RispondiElimina