lunedì 26 maggio 2014

Trasloco in undici giorni #3

Stiamo tutti bene.
Stop.
Ce l'abbiamo fatta.
Stop.
Si ricomincia.
Stop.
Potevo impegnarmi di più e non trascurare la questione adsl, me misera e sciroccata.
Stop.
Ma si usano ancora i telegrammi?
A parte tutto cosa potrei aggiungere? Ah si, forse il fatto che questo cambiamento si potrebbe paragonare a un piccolo terremoto emotivo, per tutti noi.
Che stress mentale, che sensazione destabilizzante ritrovarsi fra quattro mura che si, sono più ampie rispetto alla vita precedente, ma così estranee al nostro mondo!
Ora pian piano stiamo passando alla fase di costruzione di ciò che è nostro.
Ognuno di noi ha iniziato a scegliere il suo posticino del cuore, quello in cui ci si rifugia per disegnare, giocare, cucinare, guardare la tv, scriversi e connettersi con il resto del mondo.
Piano piano, senza fretta.
E' capitato anche a voi?

2 commenti:

  1. In questo momento vorrei tanto traslocare anche io, e andare a vivere da sola abbandonando il mio nido che ultimamente mi sta facendo più male che bene... Quindi non mi farebbe paura riadattarmi, riconsiderare tutto... Certo, quando hai una famiglia è diverso, ma sono sicura che andrà tutto benissimo!

    In bocca al lupo!

    Maira

    RispondiElimina
  2. Maira, se lo desideri te lo auguro davvero!! In bocca al lupo anche a te :-))

    RispondiElimina